Flor, Taverna e Tesini raccontano Beethoven per il ciclo

Flor, Taverna e Tesini raccontano Beethoven per il ciclo "Classica in famiglia"

Notizie20/02/2018

 Flor, Taverna e Tesini raccontano Beethoven per il ciclo Classica in famiglia

«Per tanti motivi il Quarto è considerato il più bello dei concerti per pianoforte beethoveniani». Sono le parole del pianista Alessandro Taverna, protagonista del secondo appuntamento del ciclo dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai dedicato a famiglie, giovani e giovanissimi dal titolo “Sabato in famiglia”, in programma sabato 3 marzo alle ore 16 all’Auditorium Rai "Arturo Toscanini" di Torino. «Probabilmente è per quell'incipit, rivoluzionario e dolcissimo al tempo stesso – prosegue Taverna –. O forse per i suoi contrasti, apparentemente insanabili, come nel drammatico secondo tempo che, secondo alcuni, rappresenta l'accorata supplica di Orfeo verso Plutone e Persefone, sovrani degli inferi. Notevolissima è la scrittura pianistica, tanto perfetta quanto innovativa. Certamente si tratta di una pagina che incute sempre un po' di sana inquietudine nell'interprete che vi si avvicina».

Eseguito per la prima volta pubblicamente al Theater an der Wien nel 1808 con il compositore stesso come interprete, il Concerto n. 4 in sol maggiore op. 58 per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven è noto per una peculiarità: l'incipit non è affidato all'orchestra, come di consueto, ma al pianoforte solo. «Contiene tutto ciò che vi è di più strano, di più originale e di più difficile», scriveva un critico dell'“Allgemeine musikalische Zeitung” di Lipsia a proposito del capolavoro: fin dalle prime esecuzioni non era passato inosservato il linguaggio innovativo di Beethoven.

Sul podio è impegnato il direttore d’orchestra tedesco Claus Peter Flor, che dirige regolarmente orchestre come quella dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Liverpool Philharmonic, l'Orchestra Verdi di Milano, i Bamberger Symphoniker e la Royal Concertgebouw Orchestra, tra le altre.

A “raccontare” il concerto è chiamato Giacomo Tesini, violinista che viene dall'esperienza di Spira Mirabilis, l'orchestra di giovani musicisti abituati ad approfondire lo studio delle partiture e a divulgarne i contenuti a un vasto pubblico. Un viaggio nella musica di Beethoven, fatto di immagini e voci: oltre a proporre esempi musicali, Tesini si confronterà con Flor, Taverna e con i professori dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, alla scoperta dei segreti e delle curiosità nascosti nella partitura.