Il debutto di Christoph Eschenbach con l`Orchestra Rai - Osn Rai

Il debutto di Christoph Eschenbach con l`Orchestra Rai

Notizie03/04/2017

 Il debutto di Christoph Eschenbach con l`Orchestra Rai
scarica il pdf dell'articolo allegato

Ha iniziato la sua carriera come pianista. Si è formato come direttore con Herbert von Karajan e George Szell. È stato a capo dell’Orchestre de Paris, dell’Orchestra di Filadelfia, della NDR Elbphilharmonie di Amburgo e dell’Orchestra di Houston. Attualmente, fino al termine della stagione, è Direttore Musicale della National Symphony Orchestra e del Kennedy Center di Washington. È Christoph Eschenbach, che giovedì 20 aprile alle 20.30 debutta sul podio dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, in un concerto programmato all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino e trasmesso in diretta su Radio3.

Il programma si apre con la Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, detta “Italiana” e scritta durante il viaggio di formazione che il compositore fece nel nostro Paese tra il 1830 e il 1831. “Essa procede alacremente – scrisse Mendelssohn a proposito della sinfonia in una lettera del 21 febbraio 1831– è il lavoro più gaio che io abbia mai finora composto, specialmente nel finale”.

A seguire il Quartetto n.1 in sol minore op. 25 di Johannes Brahms, scritto nel 1861, e proposto nella versione orchestrale realizzata nel 1937 da Arnold Schönberg. Un capolavoro al quadrato, definito dallo stesso Eschenbach “l’interpretazione di un’interpretazione”, dove la grande eredità musicale ottocentesca si fonde con i colori orchestrali del Novecento, assumendo una veste del tutto nuova.

Il concerto è replicato venerdì 21 aprile alle 20.