Steffens e Schuch interpretano Beethoven e Bruckner - Osn Rai

Steffens e Schuch interpretano Beethoven e Bruckner

Notizie13/01/2017

 Steffens e Schuch interpretano Beethoven e Bruckner

Da primo clarinetto dei Berliner Philharmoniker a Direttore d’orchestra dalla carriera internazionale: il cinquantacinquenne tedesco Karl-Heinz Steffens debutta sul podio dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai giovedì 19 gennaio alle 20.30, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, con collegamento diretto su Radio3. Già protagonista con orchestre come i Berliner Philharmoniker, la Philharmonia di Londra, i Wiener Philharmoniker e la Philarmonique di Radio France, Steffens è stato nominato Direttore musicale della Deutsche Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz a Ludwigshafen dalla stagione 2009/2010. A Torino, insieme al pianista romeno Herbert Schuch, propone il Concerto n. 3 in do minore op. 37 di Ludwig van Beethoven, eseguito per la prima volta a Vienna il 5 aprile 1803, con il compositore al pianoforte. Particolarmente influenzato dalle sue collaborazioni con Alfred Brendel, Schuch ha catturato l’attenzione internazionale dopo aver vinto nel corso di un solo anno tre importanti concorsi pianistici: il “Casagrande” di Terni, il Concorso Internazionale di Londra e il Concorso “Beethoven” di Vienna. Ha collaborato con direttori come Pierre Boulez, Yannick Nézet-Séguin, Jonathan Nott e molti altri.

Nella seconda parte della serata è in programma la Sinfonia n. 7 in mi maggiore di Anton Bruckner, una delle pagine più eseguite del compositore austriaco, la cui fama è dovuta anche al suo riferimento funebre a Richard Wagner, che morì proprio mentre Bruckner stava scrivendo l’opera. La prima esecuzione si tenne a Lipsia il 30 dicembre del 1883. La sinfonia ottenne subito un notevole successo di critica, il primo della carriera di Bruckner. Un direttore d’orchestra come Arthur Nikisch arrivò a dire di non aver mai ascoltato nulla di simile, da Beethoven in avanti.

Il concerto è replicato venerdì 20 gennaio alle ore 20.