in Primo Piano

Maria Joao Pires e Roberto Abbado tra Beethoven e Berio

Ha tenuto il suo primo concerto a quattro anni; a nove ha ottenuto il più alto riconoscimento per i musicisti del Portogallo; e a ventisei ha vinto il Concorso “Beethoven” di Bruxelles; da allora ha tenuto concerti in tutto il mondo, con le più celebri orchestre e i più grandi direttori. È la pianista Maria Joao Pires, che giovedì 17 aprile alle 20.30 torna a suonare con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino. In programma il Concerto n. 2 in si bemolle maggiore op. 19 di Ludwig van Beethoven, diretto da Roberto Abbado, interprete di piglio drammatico e dal grande istinto lirico, molto apprezzato anche nel repertorio moderno e contemporaneo, che in apertura di concerto propone Rendering, il “restauro” realizzato da Luciano Berio sugli schizzi lasciati da Franz Schubert per la sua Decima Sinfonia, mai completata. Conclude il concerto la Sinfonia n. 5 in re minore op. 107 di Felix Mendelssohn-Bartholdy detta “La Riforma”, scritta nel 1830 per il trecentesimo anniversario della Confessione di Augusta, prima esposizione ufficiale dei principi del Protestantesimo.
Il concerto è replicato a Torino venerdì 18 aprile alle 20.30, con trasmissione in diretta su Radio3 e in live streaming sul sito www.classica.rai.it. Nei giorni precedenti è proposto al Teatro Ponchielli di Cremona (martedì 15 aprile ore 20.30) e al Teatro Fraschini di Pavia (mercoledì 16 aprile ore 21).

“Duende” di Francesconi in prima esecuzione italiana

“Il Duende è storicamente il demone del flamenco. Come spiega Garcia Lorca è una forza sotterranea di inaudita potenza, che sfugge al controllo razionale”. Con queste parole il compositore Luca Francesconi spiega il titolo della sua composizione “Duende – The dark notes”, per violino e orchestra, commissionata dalla Rai, dalla BBC e dalla Radio Svedese, che l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai propone in prima esecuzione italiana venerdì 2 maggio alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, con trasmissione in diretta su Radio3 e in live streaming su www.classica.rai.it.
Nel ruolo di solista è impegnata la violinista Leila Josefowicz, specialista del repertorio contemporaneo e interprete di riferimento dei principali compositori di oggi, nonché vincitrice del prestigioso “MacArthur Fellowship”, conferito alle personalità che maggiormente si sono distinte per il loro contributo alla contemporaneità.
Sul podio la finlandese Susanna Mälkki, Direttore ospite principale della Gulbenkian Orchestra, già Direttore musicale dell’Ensemble Intercontemporein e nota in Italia per aver diretto alla Scala di Milano la prima esecuzione assoluta dell’opera “Quartett” di Luca Francesconi. Il programma della serata è completato dalle Variazioni in si bemolle maggiore op. 56a su un tema di Haydn di Johannes Brahms e dalla Sinfonia in si bemolle maggiore Hob I n. 102 di Joseph Haydn.

La giovane pianista Beatrice Rana debutta con il Secondo Concerto di Prokof’ev

È la giovane pianista italiana Beatrice Rana – che sostituisce la prevista Yuja Wang, resasi indisponibile – la protagonista del concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di giovedì 8 maggio alle 20.30, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino. A soli vent’anni Beatrice Rana si è già imposta all’attenzione del pubblico e della critica di numerosi paesi. Vincitrice nel 2013 del Secondo premio e del Premio del pubblico al prestigioso Concorso pianistico “Van Cliburn”, si era già aggiudicata nel 2011 il Primo premio e tutti i premi speciali al Concorso Internazionale di Montréal. È già stata ospite in sale come la Tonhalle di Zurigo, la Wigmore Hall di Londra e l’Auditorium du Louvre di Parigi; di Festival come quello de La Roque d’Anthéron, di Montpellier, di Nantes e del Festival Busoni di Bolzano; nella prossima stagione debutterà con la Los Angeles Philharmonic, la Detroit Symphony, la London Philharmonic, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e la Filarmonica della Scala.
Con l’Orchestra della Rai interpreta il Concerto n. 2 in sol minore op. 16 per pianoforte e orchestra di Sergej Prokof’ev. Sul podio il direttore russo Dima Slobodeniouk, che propone anche il Concerto in re per orchestra d’archi di Igor Stravinskij e la Sinfonia n. 1 in do maggiore op. 21 di Ludwig van Beethoven.
Il concerto è replicato venerdì 9 maggio alle 20.30, con trasmissione in diretta su Radio3 e in live streaming sul sito www.classica.rai.it.

Calendario Concerti

Stagione Sinfonica 2013-2014

Newsletter

Acquista On Line

i biglietti dei concerti

Ascolta Radio3.
I concerti in diretta sul web