in Primo Piano

Grande repertorio tedesco per Simone Lamsma e Marc Albrecht

Ha iniziato lo studio del violino a 5 anni; a 11 si è trasferita nel Regno Unito per formarsi alla scuola Yehudi Menuhin e alla Royal Academy of Music di Londra, dove si è laureata con prestigiosi riconoscimenti; nel 2010 ha vinto il premio nazionale olandese VSCD Classical Music nella categoria “Musicisti della nuova generazione”. È la violinista olandese Simone Lamsma, già protagonista sui più prestigiosi palcoscenici del mondo, che giovedì 29 gennaio alle 21 debutta con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai all'Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino. Il concerto, trasmesso in diretta su Radio3, è diretto dal tedesco Marc Albrecht, direttore stabile della Netheelands Opera e delle Orchestre Filarmoniche e da Camera Olandesi, particolarmente apprezzato per le sue interpretazioni del grande repertorio tedesco.
Il programma si apre con una delle più celebri pagine della letteratura violinistica, affidata a Simone Lamsma: il Concerto in re maggiore op. 61 per violino e orchestra di Ludwig van Beethoven, scritto per il violinista Franz Clement ed eseguito per la prima volta a Vienna il 23 dicembre del 1806. La serata prosegue e si conclude con la Sinfonia n. 2 in re maggiore di Johannes Brahms, composta nell’estate del 1877 tra le tranquille montagne della Carinzia dove - come scrisse il compositore all’amico Billroth – “se mentre cammini sollevi gli occhi ti accorgi che intorno al lago azzurro tutte le montagne sono bianche di neve e gli alberi coperti di un verde tenero”.
Il concerto è replicato a Torino venerdì 30 gennaio alle 20.30.
Foto: Otto van den Toorn

Rai NuovaMusica 2015: The Future Sound of Classical

Torna Rai NuovaMusica, la rassegna di musica contemporanea dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, giunta quest'anno all'undicesima edizione. Tre concerti all'Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, tutti trasmessi da Radio3, che presentano opere in prima esecuzione assoluta e italiana, insieme a testi che hanno fatto la storia della musica del nostro tempo, interpretati da direttori e solisti di sicuro prestigio.
Il concerto inaugurale è in programma venerdì 6 febbraio alle 21.00, e vede protagonista sul podio dell'Orchestra Rai Tõnu Kaljuste. In programma le trascrizioni per orchestra da Giovanni Gabrieli Canzon XIII, Canzon I, Sonata XIX del 1998, di Claudio Ambrosini; la prima esecuzione italiana di Swansong (Littlemore Tractus) per orchestra del 2013 di Arvo Pärt; Cantus Arcticus (Concerto per uccelli e orchestra) op. 61 del 1972 di Einojuhani Rautavaara; e il Concerto per violino e orchestra Offertorium scritto tra il 1980 e il 1986 da Sofija Gubajdulina e interpretato da Sergej Krylov (continua).

Juraj Valčuha interpreta l’Ottava sinfonia di Šostakovič

“Nella mia Ottava Sinfonia vi sono molti conflitti interiori, drammatici e tragici, ma il suo tono generale è ottimistico e affermativo nei confronti della vita. Posso formulare l’idea filosofica del mio lavoro in due parole: la vita è meravigliosa! Ogni cosa malvagia scomparirà”. Con queste parole Dmitrij Šostakovič descrive la sua Sinfonia n. 8 in do minore op. 65, che l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai propone giovedì 26 febbraio alle 21 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, con trasmissione in diretta su Rai5 e in live stream sul sito www.classica.rai.it.
Sul podio il Direttore principale dell’Orchestra Rai Juraj Valčuha, che affronta il capolavoro di Šostakovič composto nell’estate del 1942, quando l’esercito tedesco stava definitivamente abbandonando l’Unione Sovietica, dopo un’estenuante guerra di usura. Era il momento di festeggiare, e il regime si attendeva dal musicista. un’opera che celebrasse degnamente il successo bellico. Ma Šostakovič non poteva dimenticare la montagna di cadaveri che la più terrificante guerra della storia dell’umanità stava accumulando. La sua immaginazione era solcata da pensieri luttuosi. E ascoltando l’Ottava Sinfonia riesce davvero difficile ritrovarsi nella  descrizione dell’opera lasciata dallo stesso compositore. ll concerto è replicato venerdì 27 febbraio alle 20.30, con trasmissione in diretta su Radio3.

Calendario Concerti

Stagione Sinfonica 2013-2014

Newsletter

Acquista On Line

i biglietti dei concerti

Ascolta Radio3.
I concerti in diretta sul web